25 Aprile 2019
[]

CONTROLLI FISCALI
percorso: Home

IL RAVVEDIMENTO

I vari tipi di ravvedimento
Per sanare gli omessi o tardivi versamenti dei tributi, i contribuenti dispongono di quattro tipi di "perdono" che possono ridurre la sanzione ordinaria, ossia il 30% dell'importo che si è omesso di versare oppure che è stato pagato in modo insufficiente o in ritardo.


1)RAVVEDIMENTO SPRINT
Si può fruire del ravvedimento più favorevole (noto come ravvedimento sprint) entro 14 giorni successivi alla scadenza. In caso di pagamento delle sole imposte, entro i 14 giorni successivi alla scadenza, il ravvedimento può essere fatto entro il termine di 30 giorni dalla scadenza originaria del versamento. La sanzione applicabile è dello 0,2% per ogni giorno di ritardo, per cui varia dallo 0.2% per un giorno di ritardo, fino al 2.8% per 14 giorni di ritardo.

2)RAVVEDIMENTO BREVE
In tal caso le imposte devono essere pagate a partire dal 15° giorno e fino a 30 giorni successivi alla scadenza del termine ordinario per il pagamento. L'imposta è maggiorata del 3% fisso (cioè un decimo del 30% che è l'importo ordinario, calcolato sempre sull'imposta non versata)

3)RAVVEDIMENTO TRIMESTRALE
Si può fruire in caso di rate omesse dopo la prima, concordato, conciliazione, rinuncia ad impugnare l'accertamento (auto-concordato), adesione agli inviti a comparire o ai processi verbali di constatazione, comunicazione di irregolarità, avviso bonario, a seguito del controllo automatizzato o formale delle dichiarazioni dei redditi, dell'Iva e dell'Irap, dal trentunesimo giorno fino al termine di scadenza della rata successiva, cioè di norma, entro un trimestre. In ogni caso c'è la possibilità di avvalersi del ravvedimento sprint o breve. La sanzione applicabile è del 3,75% fisso (un ottavo del 30%).

4)LUNGO O ANNUALE
Il contribuente, per le imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali, qualora paghi a partire dal trentunesimo giorno fino al termine di presentazione della dichiarazione relativa all'anno nel corso del quale è commessa la violazione, si può avvalere del ravvedimento ordinario. In tal caso la sanzione che viene applicata è il 3,75% fisso (pari a un ottavo del 30% di sanzione ordinaria) dell'importo non versato a suo tempo.
C'è da far presente che oltre alle somme dovute e alle mini-sanzioni, sono anche dovuti gli interessi legali, fissati periodicamente dal ministero dell'Economia in base all'inflazione. Attualmente, la misura degli interessi è del 2,5%, entrata in vigore dal 1° gennaio 2012






Ufficio autorizzato Caf CGN

News

AGRITURISMO

15-11-2018 17:48 Fonte: www.ecnews.it - AGRICOLTURA

Responsabilità e dichiarazione precompilata

29-08-2018 16:54 Fonte: www.ecnews.it - IRPEF

LE DETRAZIONI PER LE SPESE SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE

11-04-2018 17:19 Fonte: www.ecnews.it - IRPEF

L´applicazione della ritenuta nelle locazioni brevi

12-03-2018 16:34 Fonte: www.ecnews.it - NEWS GENERICHE

NUOVO CALENDARIO FISCALE 2018

06-02-2018 16:34 Fonte: www.ecnews.it - NEWS GENERICHE

ALIQUOTE IVA 2018

16-01-2018 16:13 Fonte: www.ecnews.it - IVA

IVA COMMERCIO ELETTRONICO

[]

VADEMECUM DEL MEDICO PROFESSIONISTA

[]
TheSpider.it - web directory italiana

ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

[]

La cartella esattoriale

[]

SPESE MANUTENZIONE ART. 102 TUIR

[]

Regime supersemplificato

[]
Segnalato sulla Directory Yoweb.it

Iva per cassa

[]

Scheda carburante

[]

SUPERBOLLO

[]

Modulistica

L´esperto risponde

[]

Scadenziario

[<<] [Aprile 2019] [>>]
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata