25 Febbraio 2021
News
percorso: Home > News > IVA

Distributori automatici: dal 2014 Iva al 10% per tutti

10-01-2014 10:56 - IVA
Per le operazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2014 l'aliquota Iva per la somministrazione di alimenti e bevande tramite distributori automatici è unica al 10%. Viene pertanto eliminata la distinzione tra aliquota del 4% e del 10%, che si fondava sul luogo di ubicazione del distributore automatico.

In precedenza, invece, vigevano due aliquote:

1) una al 4% se i distributori erano collocati in stabilimenti, ospedali, case di cura, uffici, caserme e altri edifici destinati alla collettività;

2) una al 10% se i distributori erano collocati in altri luoghi.

L'ingresso della nuova disciplina porterà un rialzo dei prezzi per il consumo di alimenti e bevande da distributori automatici, in particolare per quelli che prima scontavano l'aliquota agevolata al 4%. L'aumento di gettito servirà così a finanziare la proroga degli ecobonus: ristrutturazione edilizia e risparmio energetico.

In base alla nuova disciplina Iva, a decorrere dal 1° gennaio 2014 tutte le somministrazioni di alimenti e bevande effettuate tramite distributori automatici sono soggette all'IVA al 10%, a prescindere dal luogo in cui è collocato l'apparecchio (abrogato il n. 38 della parte II tabella A del D.p.r. 633/72 e modificato il n. 121 parte III tabella A del d.p.r. 633/72).

In questo modo, quindi, il regime Iva viene uniformato e non assumerà più alcuna rilevanza il luogo nel quale vengono collocati i distributori automatici.

Distributori automatici

I distributori automatici vengono spesso utilizzati nelle realtà aziendali e professionali, a disposizione dei dipendenti, collaboratori e visitatori.

I distributori possono essere di due tipologie:

•quelli con pagamento diretto da parte del consumatore finale, mediante moneta o chiavetta precaricata;

•quelli a cialda o a capsula, caratterizzati dalla particolare modalità di funzionamento, che richiede il preventivo acquisto della cialda e il successivo inserimento della stessa nel distributore.

Per i secondi, che sono stati assimilati ai distributori automatici ordinari con la Risoluzione del Dipartimento delle Entrate n. 124 del 1° agosto 2000, è necessario ricordare che l'aliquota Iva agevolata può essere applicata solo con riguardo all'operazione di somministrazione, ossia quando l'acquirente è anche il consumatore finale del prodotto. Se la cessione di cialde/capsule è effettuata nei confronti di soggetti diversi dai consumatori finali, sarà soggetta all'Iva corrispondente al bene ceduto.

Fonti normative

•Risoluzione 124 del 01.08.2000
•Articolo 20 del D.l. 63/2013
•Tabella A allegata al D.p.R. 633/72



Fonte: Fisco e Tasse
Ufficio autorizzato Caf CGN
News
AGRITURISMO
15-11-2018 17:48 Fonte: www.ecnews.it - AGRICOLTURA
Responsabilità e dichiarazione precompilata
29-08-2018 16:54 Fonte: www.ecnews.it - IRPEF
LE DETRAZIONI PER LE SPESE SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE
11-04-2018 17:19 Fonte: www.ecnews.it - IRPEF
L´applicazione della ritenuta nelle locazioni brevi
12-03-2018 16:34 Fonte: www.ecnews.it - NEWS GENERICHE
NUOVO CALENDARIO FISCALE 2018
06-02-2018 16:34 Fonte: www.ecnews.it - NEWS GENERICHE
ALIQUOTE IVA 2018
16-01-2018 16:13 Fonte: www.ecnews.it - IVA
IVA COMMERCIO ELETTRONICO
[]
VADEMECUM DEL MEDICO PROFESSIONISTA
[]
TheSpider.it - web directory italiana
ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE
[]

La cartella esattoriale
[]
SPESE MANUTENZIONE ART. 102 TUIR
[]
Regime supersemplificato
[]
Segnalato sulla Directory Yoweb.it
Iva per cassa
[]
Scheda carburante
[]
SUPERBOLLO
[]
Modulistica
L´esperto risponde
[]
Scadenziario

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio