27 Maggio 2019
[]

News
percorso: Home > News > AGRICOLTURA

AGEVOLAZIONI IMU E TASI IN AGRICOLTURA

02-12-2015 16:21 - AGRICOLTURA
Gli immobili impiegati in agricoltura da sempre beneficiano di un trattamento di favore nell´ambito dei tributi locali; occorre però notare che non tutte le agevolazioni concesse poggiano sui medesimi presupposti:

• la sussistenza dei requisiti (soggettivo ed oggettivo) per poter applicare le agevolazioni riservate ai terreni condotti direttamente,

• da non confondersi con i requisiti richiesti dalla normativa inerente la ruralità dei fabbricati.

Terreni condotti direttamente

A favore dei Coltivatori Diretti (CD) e degli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP) che coltivano direttamente il fondo sono concesse due agevolazioni:

• una prima che opera in abbattimento della base imponibile relativa ai terreni agricoli ai fini IMU, (ai fini TASI i terreni agricoli sono esenti);

• una seconda, definita "finzione di non edificabilità delle aree" che riqualifica ai fini tributari le aree fabbricabili in terreni agricoli (quindi con un prelievo ben più ridotto ai fini IMU e un esonero ai fini TASI).

La finzione di non edificabilità delle aree prevista a favore di CD e IAP era già stabilità ai fini ICI dall´art. 2 del DL 504/92 e applicabile anche ai fini della determinazione dell´IMU e della TASI in forza dello specifico rinvio contenuto nell´art. 13 c. 2 del DL 201/11 e nella L. 147/13.

In base al citato art. 2 non sono considerati fabbricabili i terreni posseduti e condotti da CD e IAP, iscritti nella previdenza agricola, sui quali persiste l´utilizzazione agro-silvio-pastorale mediante l´esercizio di attività dirette alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, alla funghicoltura ed all´allevamento di animali (la cosiddetta fictio iuris di dequalificazione del terreno edificabile). Tale previsione pone l´accento su due diversi requisiti che devono esistere contemporaneamente in capo al possessore del terreno (anche per il tramite di una società semplice, come chiarito dalla circolare 3/DF/2012):

• il requisito di coltivatore diretto (da verificarsi tramite l´iscrizione previdenziale, ex SCAU);

• la materiale coltivazione del fondo.

Mentre il primo dei due è più agevole da verificare (l´iscrizione previdenziale è infatti riscontrabile in via documentale), il secondo è certamente più arduo da analizzare, proprio per il fatto che è richiesto il riscontro di una attività che deve essere effettuata su tale terreno.

Peraltro, quest´ultimo requisito, si badi bene, va dimostrato ad opera del contribuente, come affermato dalla Cassazione nelle sentenze 21728 del 17.11.2004 e 24959 del 27.11.2009: è quindi una incombenza del contribuente dare prova dell´effettiva utilizzatore agricola dei terreni per i quali intende fruire dell´agevolazione. In assenza di una adeguata dimostrazione, l´agevolazione può essere disconosciuta.

Norma e prassi, nel corso del tempo, non hanno fornito indicazioni su quali debbano essere i supporti probatori che possano considerarsi soddisfacenti ed esaustivi a tal fine; una possibile soluzione pratica potrebbe essere quella di fornire copia delle richieste per il riconoscimento dei contributi comunitari (PAC). Ciò detto, va evidenziato che questo non è l´unico mezzo di dimostrazione possibile: se il contribuente dovesse produrre altra documentazione altrettanto (o maggiormente) appagante per le finalità probatorie in commento, essa dovrebbe comunque essere accettata dal Comune.

Fabbricati rurali

Ai fini IMU i fabbricati impiegati quali strumentali nell´attività agricola (ricoveri attrezzi, stalle, serre, ecc.) sono esentati da IMU e scontano TASI sulla base di un´aliquota ridotta (massimo 1 per mille). Dal 2012 non sono invece previste agevolazioni per i fabbricati rurali abitativi che vengono trattati al pari di qualunque altra abitazione (quindi, se destinati ad essere abitazione principale dell´agricoltore, saranno esenti da IMU e sconteranno la sola TASI, secondo quanto deliberato dal Comune).

Per poter fruire delle agevolazioni riservate a tali fabbricati occorre rispettare i requisiti di ruralità previsti all´articolo 9, comma 3-bis del DL 557/1993; le costruzioni strumentali all´attività agricola devono essere censite al Catasto unico dei Fabbricati autonomamente dal terreno su cui insistono. Esse normalmente saranno censite nella categoria a destinazione speciale "D/10 - fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole", ma come chiarito dalla circolare 3/DF/12, per la qualificazione di fabbricato rurale si prescinde dalla categoria catastale.

Ai sensi del citato c. 3-bis, ai fini fiscali deve riconoscersi carattere di ruralità alle costruzioni strumentali necessarie allo svolgimento dell´attività agricola di cui all´articolo 2135 del codice civile e in particolare destinate:

a) alla protezione delle piante;

b) alla conservazione dei prodotti agricoli;

c) alla custodia delle macchine agricole, degli attrezzi e delle scorte occorrenti per la coltivazione e l´allevamento;

d) all´allevamento e al ricovero degli animali;

e) all´agriturismo, in conformità a quanto previsto dalla L. 20 febbraio 2006, n.96;

f) ad abitazione dei dipendenti esercenti attività agricole nell´azienda a tempo indeterminato o a tempo determinato per un numero annuo di giornate lavorative superiore a cento, assunti in conformità alla normativa vigente in materia di collocamento;

g) alle persone addette all´attività di alpeggio in zona di montagna;

h) ad uso di ufficio dell´azienda agricola;

i) alla manipolazione, trasformazione, conservazione, valorizzazione o commercializzazione dei prodotti agricoli, anche se effettuate da cooperative e loro consorzi di cui all´art.1, co.2, del D.Lgs. n.228 del 18.05.2001;

l) all´esercizio dell´attività agricola in maso chiuso.

In altre parole, la qualifica di fabbricato rurale strumentale non è connesso ad una qualifica soggettiva del possessore ma ad una destinazione che viene fatta di questo immobile.


Fonte: WWW.ECNEWS.IT

Ufficio autorizzato Caf CGN

News

AGRITURISMO

15-11-2018 17:48 Fonte: www.ecnews.it - AGRICOLTURA

Responsabilità e dichiarazione precompilata

29-08-2018 16:54 Fonte: www.ecnews.it - IRPEF

LE DETRAZIONI PER LE SPESE SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE

11-04-2018 17:19 Fonte: www.ecnews.it - IRPEF

L´applicazione della ritenuta nelle locazioni brevi

12-03-2018 16:34 Fonte: www.ecnews.it - NEWS GENERICHE

NUOVO CALENDARIO FISCALE 2018

06-02-2018 16:34 Fonte: www.ecnews.it - NEWS GENERICHE

ALIQUOTE IVA 2018

16-01-2018 16:13 Fonte: www.ecnews.it - IVA

IVA COMMERCIO ELETTRONICO

[]

VADEMECUM DEL MEDICO PROFESSIONISTA

[]
TheSpider.it - web directory italiana

ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

[]

La cartella esattoriale

[]

SPESE MANUTENZIONE ART. 102 TUIR

[]

Regime supersemplificato

[]
Segnalato sulla Directory Yoweb.it

Iva per cassa

[]

Scheda carburante

[]

SUPERBOLLO

[]

Modulistica

L´esperto risponde

[]

Scadenziario

[<<] [Maggio 2019] [>>]
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio